Vittima di un furto da 100 mila euro, un imprenditore di Gela Gianfranco
Caccamo, 43 anni, è disposto ad offrire un lavoro a chi fornirà indizi utili per il ritrovare i mezzi trafugati dalla sua azienda.

“Offro un posto di lavoro, a tempo determinato alla persona che saprà fornire informazioni utili al ritrovamento del materiale e dei mezzi meccanici che sono stati rubati la notte scorsa dal mio cantiere di contrada Piana del Signore”, ha detto Caccamo, titolare della “Icaro Ecology”, impegnata in questo momento su diversi fronti: con l’Amia nella discarica di Bellolampo, a Palermo, nella costruzione di una condotta idrica per l’azienda Aqualia a Mazzarino, e nella bonifica della discarica di Fosfogessia Gela.

Nella notte fra sabato e domenica, dal suo cantiere sulla strada statale 115 Gela – Vittoria, sono stati rubati due furgoni Ford Transit, un escavatore, alcuni gruppi elettrogeni, martelli pneumatici, bobine di cavi elettrici e gasolio. Un furto che ha messo in ginocchio l’impresa e i suoi 20 dipendenti.

“Da anni -ha affermato Caccamo- subisco atti intimidatori di ogni tipo, dal recapito di proiettili ai furti, agli incendi di macchinari e nonostante tutto continuo ad operare in questa città dilaniata dalla delinquenza e dalla disoccupazione. Mi rivolgo ai gelesi onesti affinchè diano alla polizia, gli indizi necessari per individuare coloro o colui che si è reso colpevole di questo vile gesto”.
Il contratto di lavoro promesso dovrebbe durare un anno ma potrebbe anche essere trasformato a tempo indeterminato. L’azienda di Caccamo sponsorizza la società sportiva “Basket Gela” e sostiene varie iniziative culturali e benefiche.